CHORÓS. Danze, Voci e Ritmi del Sud Italia

Alle origini della tradizione teatrale occidentale sta il coro greco, un ‘personaggio collettivo’ che in onore di Dioniso, dio dell’ebbrezza, si muove, danza, canta all’unisono.
Il coro della tragedia del periodo classico è nato sull’archetipo dei cori di Ninfe e Muse, da cui derivano anche i cori iniziatici di adolescenti e giovani donne e uomini del mondo greco arcaico.
Nel Sud Italia e in Sicilia le più antiche attestazioni archeologiche riguardanti la danza e la musica sono legate al mondo rituale delle dee, delle loro sacerdotesse e offerenti, e, fino al secolo scorso, il tamburo a cornice era uno strumento rituale prettamente femminile.
Chiunque oggi voglia studiare arti performative, teatro, canto, percussioni, danza, è a queste radici che deve guardare, ad un mondo in cui ciò che oggi è separato in discipline differenti nasceva intrecciato insieme.

Il percorso di formazione proposto, della durata di due anni, è suddiviso in due lezioni settimanali che prevedono insegnamenti:
– sul movimento ritmico relativo alle coreutiche del Sud Italia e su tecniche di respiro e vocalità, con elementi introduttivi alla pedagogia del gruppo e del movimento;
– sulle tecniche sul tamburo a cornice.

Il percorso coreutico e quello percussivo si svilupperanno parallelamente: sarà affrontato contemporaneamente lo stesso repertorio dal punto di vista del ritmo dei passi e della tecnica sul tamburo.
Agli appuntamenti settimanali si affiancheranno incontri intensivi di approfondimento, a cadenza mensile, sulle numerose tematiche affrontate durante il percorso di studio, sia ‘tecniche’ che teoriche.

Il link al programma completo:
https://www.tavolatonda.org/index.php/it/component/sppagebuilder/?view=page&id=32

Evento di presentazione del percorso (su Facebook), il 24 ottobre a Tavola Tonda (Palermo)
https://www.facebook.com/events/643302363215829/