Centenario della nascita di Marija Gimbutas: 23 gennaio 1921

A gennaio dell’anno che verrà si celebrerà il centenario della nascita di
Marija Gimbutas,
che non è stata solo una dotata archeologa ma una Maestra di Pensiero,
che ha interrogato le basi del concetto di Civiltà, così come declinato
dalla cultura occidentale.

Segnaleremo man mano che ne verremo a conoscenza iniziative e progetti, con la speranza che non tutto si debba svolgere necessariamente online, ma che anzi i suoi festeggiamenti siano un’ottima occasione
per ri-incontrarsi di persona.

Al momento sappiamo che Joan Marler – già curatrice del volume From the Realm of the Ancestors pensato alla sua scomparsa nel 1994 e in cui ha raccolto saggi di collaboratrici e collaboratori, sostenitori e colleghe/i di ricerca – sta preparando una nuova antologia che testimonierà quali strade la ricerca archeo-mitologica ha seguito dopo di lei e da lei ispirata.

E che l’istituto OPUS Archives – https://www.autricidicivilta.it/tela-di-autrici/ – in cui sono custodite e disponibili alla consultazione le centinaia di sue pubblicazioni dedicherà tutto l’anno a una mostra che sarà disponibile sia nel luogo fisico, gli archivi del Pacifica Graduate Insitute di Santa Barbara in California, che visitabile online.

Ed è proprio l’Opus che segnala che l’Unesco ha nominato Marija Gimbutas nella lista dei personaggi di spicco cui tributare pubblico riconoscimento internazionale per i meriti ottenuti nel campo della conoscenza, scienza e cultura dell’umanità.

Every two years the United Nations Educational, Scientific and Cultural Organization (UNESCO) develops a list of anniversaries of historic events and of eminent personalities for celebration.
For the 2020-2021 time period, UNESCO named Marija Gimbutas to their list in recognition
of her upcoming 2021 centennial. To participate in honouring Gimbutas, we
are busy finalizing the research and development of a new year-long
exhibit, which begins January 23, 2021, the 100th anniversary of her birth.
At that time, we will launch the exhibit in a virtual format that will
be made available to all, and the physical exhibit will remain in place
for anyone who visits once campus is open again.
OPUS is proud to be able to share valuable materials from Gimbutas’ mythology and archaeology
collection with you, especially in conjunction with UNESCO’s stated interest in an international perspective of education, science, and culture and the distinction they have bestowed upon her.